Energia Elettrica della Terra

Articolo di Tesla  energia della terraThe World Magazine – Domenica 8 marzo 1896

 Già 116 anni fa c’era la visione di un mondo con l’energia pulita e libera o free energy, gratuita da non misurare con un contatore per poi mandare una bolletta da pagare a ogni singolo cittadino. In questa visione era contemplata la libertà dal giogo delle multinazionali, un nuovo modo di vivere in un mondo moderno con l’energia fornita liberamente da Madre Terra.

L’oligarchia economica di allora, (che è la stessa di adesso) non volle assolutamente a rinunciare ai suoi stratosferici profitti che provenivano dall’imporre ad ogni cittadino di pagare una quota per cucinare, illuminare la sua casa, scaldarsi, lavarsi, viaggiare, in definitiva per vivere nel mondo civilizzato.

Per mantenere il suo strapotere non esitò ad impiegare ogni mezzo per screditare, annientare economicamente e moralmente l’uomo che costituiva una reale minaccia per i suoi profitti indiscriminati, anche se quello stesso uomo avrebbe potuto rendere il mondo di allora assai migliore e anche per tutte le generazioni a venire.

Quell’uomo è il genio Nikola Tesla, che brevettò invenzioni che hanno comunque cambiato il mondo e morì solo e in miseria in una stanza di albergo. Molte delle sue invenzioni stanno riemergendo e sono in grado di migliorare ulteriormente la tecnologia del nostro tempo.

Un modo per sfruttare gratis le correnti elettriche scoperto da Nikola Tesla

Il mondo è alla vigilia di una rivelazione sorprendente. Il modo in cui noi viviamo sarà cambiato. Una fine rovinosa è giunta per i monopoli del telegrafo e del telefono. Per inciso, tutti gli altri monopoli che dipendono dall’energia di qualsiasi tipo giungeranno a un arresto improvviso. Le correnti elettriche della Terra stanno per essere sfruttate. La natura le fornisce a titolo gratuito. Il costo della corrente, della luce e del calore sarà praticamente zero.

Gli scienziati dell’elettricità che per anni hanno cercato di dominare il mistero delle correnti elettriche di cui è intriso il terreno sotto i nostri piedi, sono sulla soglia del successo. Il successo degli esperimenti che sono in corso significa molto per loro, ma molto di più per la gente.

Questo significa che se Nikola Tesla riuscirà a sfruttare le correnti elettriche della Terra e a metterle poi a disposizione dell’uomo, sarà la fine per gli esorbitanti monopoli oppressivi del vapore, del telefono, del telegrafo e degli altri usi commerciali dell’energia elettrica, e gli avidi milionari che per due decenni hanno munto dalla borsa del popolo con i loro contatori elettrici dovranno rinunciare al loro monopolio.

Nikola Tesla ha scoperto il segreto delle correnti elettriche naturali della Terra, e queste saranno adattate ad uso dell’uomo. E’ riuscito a trasmettere suoni tramite le correnti della Terra. A questo seguirà la trasmissione di corrente. I suoi esperimenti ridotti a usi commercialmente praticabili saranno in grado di sfruttare le correnti elettriche della Terra e messi a disposizione degli scopi dell’industria e del commercio proprio come una trivellatore a Long Island ricava l’acqua o un minatore in Pennsylvania apre una vena di carbone. La potente energia elettrica che è stata immagazzinata nella Terra per secoli potrà essere sfruttata e farà muovere i macchinari dell’uomo.

L’elettricità sarà gratuita come l’aria. Le leggi non dovranno essere distorte al fine di privilegiarne l’uso né si dovranno corrompere gli elettori alle urne e non si dovranno elargire concessioni esclusive ad aziende organizzate per utilizzare la proprietà pubblica a scopo di lucro privato, per di più facendo pagare alla gente il costo originario dei loro investimenti e oneri eccessivi per il servizio al fine di ricavare dividendi da partecipazioni abbondantemente innaffiate.

I monopoli forniscono l’energia con il vapore anch’essi saranno costretti a capitolare di fronte alla energia elettrica gratuita, perché i futuri industriali dovranno solo collegare le loro dinamo alle correnti della Terra per mettere le loro macchine in movimento. Il riuscito adattamento della scoperta di Tesla darà un colpo mortale alla schiavitù più irritante che abbia mai aggiogato le attività degli uomini alle mire monopolistiche. Tesla è il mago che sta per emancipare le industrie moderne dalle catene delle società monopolistiche che per la loro avidità di dividendi ricorrono anche alla corruzione.

Il suono viaggia a velocità incredibile, ma le vibrazioni elettriche viaggiano così velocemente che è difficile evocare un grafico che illustri la loro velocità. Questo esempio forse potrebbe dare un’impressione vivida e lucida. Immagina di essere seduto a un tavolo con una pistola in una mano e un dito dell’altra mano sul tasto di trasmissione di un telegrafo collegato con un cavo elettrico che cinge il mondo sette volte e mezzo. Premi contemporaneamente il grilletto della pistola e il tasto del telegrafo. Nel tempo che il suono dello sparo del revolver percorre circa 336 metri, l’impulso elettrico impartito facendo contatto con il tasto del telegrafo fa sette volte e mezzo il giro del mondo attraverso il filo tramite il quale è stato trasmesso.

Il suono viaggia a circa 380 metri al secondo, un impulso elettrico a 300.000 chilometri al secondo. Se le correnti elettriche di cui la terra è abbondantemente ricca possono essere sfruttate e utilizzate, sarà l’alba di una nuova era dell’energia elettrica. E’ per la conoscenza del mistero di queste correnti terrestri e il loro adeguamento all’utilizzo pratico che uno scienziato come Tesla che si è impegnato.

autoharp usato da TeslaNel corso di esperimenti di Tesla viene riportato che ha scoperto che in prossimità di grandi città ci sono tante correnti di terra contrastanti da impedire di ottenere risultati soddisfacenti. Così si è trasferito fuori città non lontano da Denver in un’area migliore per fare i suoi esperimenti. Lì si è incontrato con un amico interessato alle ricerche sull’elettricità. Sono andati a Pike Peak. Spiccavano tra i loro bagagli due autoharp.

Tesla e il suo amico hanno scalato le aspre pareti del picco. Ad un’altezza concordata si sono separati. Tesla ha girato intorno al picco fino a raggiungere il punto proprio di fronte al luogo dove aveva lasciato il suo amico. I due sperimentatori, in una linea retta attraverso il picco, erano quindi separati da quattro chilometri di roccia stratificata. I due autoharps erano stati accuratamente sintonizzati prima che gli scienziati si separassero, ed era stato stabilito che a un orario preciso il collega di Mr. Tesla suonasse un particolare motivo con l’autoharp.

Tesla aspettò pazientemente il momento stabilito. Poi collegò il suo strumento con il terreno in modo da garantire la risonanza armonica con la corrente della Terra. Il modo e il mezzo con cui è stata fatta questa connessione sono segreti. L’arpa di trasmissione fu dotata di un microfono. Mentre si avvicinava il momento per il suo amico dall’altra parte del picco di strimpellare la melodia, Tesla ascoltava rapito con attenzione.

suonando autoharpAlla fine, come un diapason risponde alla sua nota armonica suonata dalle corde di un pianoforte, l’arpa nelle mani di Mr. Tesla risuonò con le note di “Ben Bolt”, che il suo collega alla sua stazione di quattro miglia di distanza dall’altra parte del picco suonava pizzicando le corde del suo strumento. L’esperimento fu un successo. Dopo che furono suonati molti brani Tesla e il suo collega ridiscesero dalla montagna. Fu fatta una dichiarazione dei fatti e dei risultati di questo esperimento testimoniando davanti a un notaio per la registrazione di una questione di carattere scientifico.

Nella Terra ci sono correnti elettriche. La loro forza è così grande da fornire tutta la potenza e la luce di cui l’uomo ha bisogno. Mr. Tesla ha superato le difficoltà iniziali, ha individuato e sfruttato le correnti della Terra. Il resto arriverà, così come è arrivato il telefono, la scoperta del Prof. Bell su come trasmettere la parola su un filo. E’ solo questione di tempo.

Pubblicato in Tesla